Pasqua a Nicolosi – Riti, Usanze e Tradizioni Locali

Nessuna recensione
0

Descrizione

I riti della Settimana Santa sono particolarmente sentiti in quest’area della Sicilia, e in particolar modo nel comune di Nicolosi, dove la Santa Pasqua rappresenta un importante momento non solo religioso, ma anche di raccoglimento, in cui vengono tramandate antiche tradizioni di fede ai giovani, con un insieme di processioni e celebrazioni varie. Questo periodo dell’anno rappresentato dal ricordo della Passione di Cristo ha un forte richiamo turistico, a tal punto da vedere numerosi siciliani che decidono di trascorrere qualche giorno nella suggestiva e scenografica cittadina etnea situata alle porte dell’Etna.

Celebrazione della Santa Pasqua a Nicolosi

Le manifestazioni legate alla Pasqua di Nicolosi cominciano con la tradizionale Domenica delle Palme, dove i nicolositi espongono foglie di Palma, sapientemente intrecciate tra di loro, per essere poi portate, simbolicamente, durante le processioni. Alle Palme intrecciate vanno sempre accompagnati i Ramoscelli d’Ulivo, talvolta colorati d’argento o d’oro. L’usanza della Palma intrecciata ha dei richiami ben augurali, secondo i quali vanno conservato per un intero anno, fino alla successiva Pasqua dove vanno cambiate. Queste Palme, secondo la tradizione, vengono esposte all’interno delle case, come simbolo di protezione da malattie e disgrazie.

La Settimana Santa a Nicolosi

Durante la Settimana Santa di Nicolosi potrete assistere a diversi eventi e celebrazioni, come l’immancabile Via Crucis del Giovedì Santo, in cui una lunga ed emozionante processione per le vie del paese richiama ai momenti legati al doloroso percorso che attraversava Gesù Cristo verso la Crocifissione. Le principali attività Pasquali a Nicolosi vengono organizzate dalla Chiesa Madre dello Spirito Santo e nei luoghi limitrofi alla stessa, dove per tutto il periodo della Santa Pasqua vengono preparati vari eventi religiosi. Le attività proseguono fino alla Domenica della Resurrezione, dove nella Chiesa Madre di Nicolosi viene rappresentato uno dei momenti più commoventi dell’intera Pasqua, con quella che dai residenti locali viene chiamata la “Calata della Tela”, ovvero la rimozione della tela che copre la statua di Gesù Cristo presente in chiesa.

La “Calata della Tela” alla Chiesa Madre dello Spirito Santo a Nicolosi

La “Calata della Tela” è uno dei momenti più suggestivi, nonché il più atteso, tra le celebrazioni della Santa Pasqua a Nicolosi. Durante questo episodio particolarmente sentito dai fedeli, viene lasciata cadere la tela che copre il Crocifisso della Chiesa, per simboleggiarne l’avvenuta Resurrezione. La tela ha delle importanti dimensioni, circa 20 metri di altezza e 8 di larghezza, finemente realizzata dalle donne nicolosite dell’Ottocento e poi impreziosita da un dipinto di Giuseppe De Stefani, in cui viene raffigurato il toccante momento della Deposizione della Croce. Durante la messa della Resurrezione, gli abitanti di Nicolosi e dei paesi vicini si riuniscono per assistere a questa suggestiva tradizione.

Come arrivare a Nicolosi

Se intendete visitare Nicolosi per assistere alle celebrazioni locali della Santa Pasqua, potrete raggiungerla senza alcuna difficoltà partendo da qualsiasi punto della Sicilia, sia in auto che con gli autobus delle autolinee regionali, grazia alla fitta rete stradale che favorisce gli spostamenti da un punto all’altro della regione. Arrivando in Sicilia con l’aereo, l’Aeroporto Fontanarossa di Catania rappresenta la soluzione perfetta, in quanto è lo scalo aeroportuale più vicino e largamente servito dalle più importanti compagnie aeree nazionali ed internazionali.

Scrivi una Recensione

Devi effettuare il login per lasciare una recensione.

Località / Contatti :

Ricendica Luogo: Pasqua a Nicolosi – Riti, Usanze e Tradizioni Locali

Rispondi a Messaggi

Accedi a Sicily in Tour

oppure

I dettagli del tuo account saranno confermati via email.

Resetta La tua Password