curiosità di sciacca

Storie e leggende di Sciacca: il folklore che incontra la tradizione

Visitando Sciacca è possibile imbattersi in paesaggi straordinari e luoghi magnifici, spesso circondati da un alone di mistero che li rende ancor più suggestivi. È il caso di luoghi come il Castello Incantato, oltre che di numerosi altri luoghi della città, intorno ai quali ruotano leggende popolari e racconti suggestivi, che si mescolano alle tradizioni della città. Con questo articolo, noi di Sicilyintour.com, vogliamo fornirvi un consiglio di viaggio che vi permetterà di conoscere alcuni segreti di Sciacca, indicandovi anche alcuni luoghi da visitare, che da sempre sono conosciuti per avere un qualche potere decisamente fuori dal comune.

Dracunara di Sciacca

La città di Sciacca è da sempre una delle località marinare più attive della Sicilia, tanto che la sua storia ci mostra, in più occasioni, la sua grande importanza nel commercio ittico siciliano, un primato che continua a vantare ancora oggi. Quindi, Sciacca è sempre stata abitata da tante famiglie di pescatori, grazie ai quali si ha una perenne disponibilità di pesce azzurro freschissimo, con cui si preparano diversi piatti, delle squisite specialità gastronomiche saccensi. Nell’ambiente marinaro di Sciacca, soprattutto in antichità, era facile sentire parlare di una suggestiva leggenda, la quale raccontava che i pescatori erano soliti salpare per le loro batture di pesca con delle falci, le quali sarebbero servite per colpire le Dracurana, cioè le trombe d’aria, falciandole proprio alla loro base, chiamata Coda di Drago. Sebbene si tratti di una leggenda, nel corso dei secoli è diventato un segno augurale conservare una falce nella propria imbarcazione, un segno di buon auspicio sia per la pesca che per il facile ritorno sulla terra ferma.

Oleastro Inveges di Sciacca

A circa 8 km dal centro storico di Sciacca si trova l’Oleastro Inveges, un olivo plurisecolare di quasi 1000 anni, l’essere vivente più vecchio di questo scenografico territorio che si è evoluto molto nel corso del tempo. Secondo alcune leggende popolari, pare che l’Oleastro Inveges, durante le notti di luna piena venga invaso da spiriti e folletti, i quali conferirebbero all’arbusto dei poteri sovrannaturali. Vi è addirittura una particolare suggestione sull’Oleastro Inveges, secondo la quale non vanno mai strappati i suoi frutti direttamente dai suoi rami, ma si possono raccogliere solo quelli già caduti. Alcuni racconti citano anche che chiunque abbia provato a togliere l’Oleastro Inveges o che, in qualche modo, ne abbia causato dei danni, abbia subito diverse sciagure.

San Calogero al Monte Kronio di Sciacca

Nei dintorni del centro urbano di Sciacca vi è il Monte Kronio, lo stesso che ospita l’Antiquarium di Sciacca. Questa piccola montagna è conosciuta anche come Monte San Calogero, in quanto caratterizzato da tanti racconti popolari e leggende che legano questo territorio proprio al Santo. Si racconta, infatti, che San Calogero abitò per diverso tempo proprio su questo monte, morendo in uno dei suoi tanti cunicoli sotterranei, in quanto il Monte Kronio è una delle sorgenti termali più attive del territorio siciliano. Questa leggenda si lega alle tradizioni religiose di Sciacca, tanto che proprio sul monte è stato edificato il Santuario di San Calogero, risalente al Cinquecento.

Altre cose da fare a Sciacca

Luoghi interessanti

Scopri i monumenti e i siti storici della città di Sciacca

Dove Dormire

Scegli dove soggiornare nel cuore di Sciacca

Esperienze Uniche

Tante esperienze da vivere a Catania

Eventi di Sciacca

Scopri gli eventi più famosi della città di Sciacca

Dove Mangiare a Catania

Visita i migliori ristoranti della città.

Dove fare shopping

Visita i negozi caratteristici di Catania

Tags

Accedi a Sicily in Tour

oppure

I dettagli del tuo account saranno confermati via email.

Resetta La tua Password